Che cos’é la guerra? É morte. Vite distrutte, giovani mandati a sparare e uccidere altri giovani con una missione nel cuore, quella di difendere la loro patria, anche quando la vera missione di chi li manda a morire é un’altra. É fame, economie distrutte, famiglie devastate, paura, sangue e dolore.Continua a leggere

Enrica Gabelli di lavoro fa l’infermiera in una residenza per anziani. E fa anche la sindacalista alla Confederazione Unitaria di Base.Pochi giorni fa in qualità di responsabile della sanità all’interno del sindacato che rappresenta, ha segnalato all’assessore regionale alla Sanità della lombardia, all’Ats e al Prefetto di Milano, che all’internoContinua a leggere

A me piace scrivere gli auguri di fine anno, perché reputo il passato importante, per le esperienze, le sfide, i traguardi e le cicatrici che ci trasformano in chi saremo domani. In questo 2022 la mia famiglia ha affrontato dolori importanti e per questo, anche volendo, non lo posso cancellare,Continua a leggere

In Afghanistan le donne non potranno più frequentare l’università, in Iran le violenze sono quotidiane, solo ieri una ragazzina di 14 anni è morta dopo essere stata arrestata per essersi tolta il velo a scuola. “Emorragia vaginale”, il terrificante referto, eppure in occidente ancora oggi si persiste nel non volerContinua a leggere

Non c’è obbiettività e trasparenza, nel nostro Paese, quando si parla di emergenza Covid e vaccini. Non si tratta di essere complottisti, negazionisti, terrapiattisti o altro, ma puramente onesti intellettualmente. Le ultime notizie, la decisione della Corte Costituzionale di ritenere corretta l’istituzione dell’obbligo vaccinale, testimonianze e documentari letteralmente censurati dall’altro,Continua a leggere

Ventottomila. È questo il numero di abitazioni irregolari sull’isola di Ischia, dove Casamicciola è stata travolta nei giorni scorsi da un’ondata di maltempo che ha provocato una grossa e letale frana. Otto morti, tra cui due bambini, mentre altre sono ancora sepolte sotto detriti e fango, con gli allarmi inviatiContinua a leggere

Lettera aperta ai giovani, da una diversamente giovane che si sente ancora una bambina. Se potessi parlare oggi alla me dei 20 anni, le direi “vai, insisti, non lasciarti scoraggiare da nessuno, non ascoltare, insisti e soprattutto fatti valere”. Eh già, perché ascoltando troppo gli altri, quelli che dicono diContinua a leggere